Memo

16 03 2012
Annunci




Accadde Oggi – Giordano Bruno

17 02 2012

“Forse tremate più voi nel pronunciare questa sentenza che io nell’ascoltarla”

statua di Giordano Bruno a Campo de' Fiori a Roma

Vai a Accadde Oggi – Giordano Bruno | Il blog di Vittori@





Accadde Oggi – Galileo Galilei

15 02 2012

ACCADDE OGGI – Il 15 febbraio 1564 nasce Galileo Galilei

Joseph Nicolas Robert-Fleury Galileo Galilei di fronte all'Inquisizione in Vaticano nel 1632
Joseph Nicolas Robert-Fleury,
“Galileo Galilei di fronte all’Inquisizione in Vaticano nel 1632”

Vai a Accadde Oggi – Galileo Galilei | Il blog di Vittori@





Accadde Oggi – Bertolt Brecht

10 02 2012

Proprio stamane, affrontando la spiegazione della Repubblica di Weimar e l’ascesa del Nazismo con i ragazzi di 5^, ho evocato Bertolt Brecht.

foto Bertolt Brecht

Vai a Accadde oggi – Bertolt Brecht | Il blog di Vittori@





#nonsoloungiornodellamemoria

26 01 2012

174517, il numero di Primo Levi

Giorno della Memoria

***
“Chi ascolta un superstite dell’Olocausto diventa a sua volta un testimone.” (Elie Wiesel)
***
67° anniversario della liberazione del complesso di Auschwitz-Birkenau, avvenuta il 27 gennaio 1945

Dalla bacheca FaceBook di una giovane ragazza italiana @federicavergaro (sera del 26 gennaio 2012): “E’ davvero meraviglioso che io non abbia lasciato perdere tutti i miei ideali perché sembrano assurdi e impossibili da realizzare. Eppure me li tengo stretti perché, malgrado tutto, credo ancora che la gente sia veramente buona di cuore. Mi è impossibile costruire tutto sulla base della morte, della miseria, della confusione. Vedo il mondo mutarsi lentamente in un deserto, odo sempre più forte l’avvicinarsi del rombo che ci ucciderà, partecipo al dolore di migliaia di uomini, eppure quando guardo il cielo, penso che tutto si volgerà nuovamente al bene, che anche questa spietata durezza cesserà, che ritorneranno la pace e la serenità.” (ANNE FRANK, giovane ragazza ebrea tedesca, divenuta un simbolo della Shoah per il diario scritto nel periodo in cui la sua famiglia si nascondeva dai nazisti e per la sua tragica morte nel campo di concentramento di Bergen-Belsen; Anne Frank aveva poco più di 15 anni)

NON DEVE PIU’ ACCADERE!

immagine puntina rossaVai al Dossier pubblicato da Corriere della Sera.it
Al Binario 21 della Stazione di Milano è stata collocata la prima targa su una delle banchine del Memoriale della Shoah, per ricordare la partenza dei deportati per Auschwitz. Nei video è possibile ascoltare l’appello di Ferruccio de Bortoli, direttore del “Corriere della Sera” e di Enrico Mentana, direttore del TG La7.

immagine puntina rossaVai all’articolo su “la Repubblica.it” riguardante la nascita della Rete nazionale Universitaria per il Giorno della Memoria

immagine puntina rossaVai al blog della Rete Universitaria per il Giorno della Memoria

immagine puntina rossaVai a PAOLO ROSSI per il Giorno della Memoria 2011 (VIDEO caricato su YouTube da “Smemoranda – Il canale di SmemoOfficial”)

immagine puntina rossaVai al Tributo della community di Smemo.it al 27 gennaio (riflessioni e VIDEO)

immagine puntina rossaVai a “Il vocabolario dell’orrore” a cura della Redazione Smemo

immagine puntina rossaVai al Dossier dedicato dal Governo Italiano al Giorno della Memoria 2012

immagine puntina rossaVai al Dossier dedicato dall’Unione Comunità Ebraiche Italiane al Giorno della Memoria 2012



***
***
***
Ho mutuato il titolo di questo post dall’incisivo hashtag #nonsoloungiornodellamemoria che circola da alcuni giorni su Twitter (mi sembra su spunto di @Einaudieditore), ad indicare che per impedire che ciò che è stato possa ripetersi è dovere ed imperativo morale di TUTTI NOI testimoniare e ricordare non solo in occasione del “Giorno della Memoria”, ma SEMPRE.

Giorno della Memoria

Il ricordo e le testimonianze si stanno intrecciando da giorni su Twitter; quali spunti #perimieialunni (questo è l’hashtag con cui mi rivolgo loro) cito alcune riflessioni riportate da @VittorioCataldi e da @Einaudieditore.

Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario. Primo Levi
Auschwitz è fuori di noi, ma è intorno a noi, è nell’aria. Primo Levi
Devo dire che l’esperienza di Auschwitz è stata tale da spazzare qualsiasi resto di educazione religiosa che pure ho avuto. Primo Levi
Nelle accezioni innocenti della parola Lager in tedesco sento sempre il terrore, il turbamento psichico. Herta Müller #Auschwitz
Dopo Auschwitz non è più possibile la poesia. Theodor Adorno
L’Europa che ci ritroviamo: 1 giovane tedesco su 5 non sa che Auschwitz era un campo di sterminio nazista.
[…] 1 tedesco su 5 non sa cos’è Auschwitz, ma quanti italiani sanno cos’è la Risiera di San Sabba?
Sono qui anche per te, perché il tuo domani sia migliore. Pietro, lager di Bolzano, 1944
***


Ulteriori contributi inerenti la Shoah e lo sterminio degli ebrei e link e materiali di riflessione in altre pagine del blog

immagine puntina rossaVai alla pagina 27 Gennaio 2011 – “Giorno della Memoria”

immagine puntina rossaVai alla pagina 27 Gennaio 2010 – “Giorno della Memoria”

immagine puntina rossaVai alla pagina 12 Aprile 2010 – Yom haShoah
***
***
Ringraziamenti (riferimenti Twitter):
@Einaudieditore
@Corriereit
@federicavergaro
@DeBortoliF
@VittorioCataldi
@SmemoOfficial
@eziomauro
@repubblicait
***
***





Accadde oggi… Happy birthday, Martin Luther King!

15 01 2012

Sempre su Twitter, oggi @VittorioCataldi, “la sentinella del tempo” ha postato i seguenti tweet:
“Le nostre vite cominceranno a finire il giorno in cui resteremo silenziosi di fronte alle cose che contano.”
“La cosa più tragica non è la malvagità dei cattivi, ma il silenzio dei giusti.”
“Sii sempre il meglio di ciò che sei.”

Sono frasi di Martin Luther King, politico statunitense nato il 15 gennaio 1929 ad Atlanta e morto assassinato il 4 aprile 1968 a Memphis.

foto Martin Luther King - I have a dream





Accadde oggi… il compleanno di Etty Hillesum

15 01 2012

Ancora una volta ringrazio Twitter, e la sua informazione veloce ed efficace – certo, dipende dalle persone che segui 😉
Oggi @MasFerrario ha postato il seguente tweet:
“Etty Hillesum (15gen1914-1943), uccisa ad Auschwitz | 2 letture intense: Diario (1941-43), Adelphi, 1985; Lettere (1942-43), Adelphi, 2001.”
E’ vero, oggi è il compleanno di Etty Hillesum, nata il 15 gennaio 1914 a Middelburg (Olanda), morta il 30 novembre 1943 ad Auschwitz.

foto Etty Hillesum

immagine puntina rossaLink al Blog di Rai Vaticano, con una bellissima pagina intitolata “Etty Hillesum, diario di una martire del Novecento”

immagine puntina rossaLink al sito dedicato a Etty Hillesum, a cura della Comunità di Ricerca Etty Hillesum

Qualche giorno fa (per l’esattezza, il 12 gennaio u.s.) le “pietre d’inciampo”, di ottone dorato, le “pietre della memoria” dedicate alle tre sorelle Spizzichino (Letizia, Elvira e Graziella, deportate ebree) e a Don Pietro Pappagallo (il sacerdote reso celebre dal film Roma città aperta), dopo appena due giorni dalla posa in via Santa Maria in Monticelli nel ghetto di Roma e a Monti, sono state divelte e sostituite con sampietrini normali.
immagine puntina rossaLink al Comunicato Stampa della Comunità di Sant’Egidio

“[…] Quando siamo arrivati alla frase: basta che esista una sola persona degna di essere chiamata tale per poter credere negli uomini, nell’umanità, m’è venuto spontaneo di buttargli le braccia al collo. E’ un problema attuale: il grande odio per i tedeschi che ci avvelena l’animo. Espressioni come: “che anneghino tutti, canaglie, che muoiano col gas” fanno ormai parte della nostra conversazione quotidiana; a volte fanno sì che uno non se la senta più di vivere di questi tempi. Ed ecco che improvvisamente, qualche settimana fa, è spuntato il pensiero liberatore, simile a un esitante e giovanissimo stelo in un deserto d’erbacce: se anche non rimanesse che un solo tedesco decente, quest’unico tedesco meriterebbe di essere difeso contro quella banda di barbari, e grazie a lui non si avrebbe il diritto di riversare il proprio odio su un popolo intero.” (Etty Hillesum, Diario 1941-1943, Adelphi 2004 – Il 7 settembre 1943 Etty sale sul treno che la porta ad Auschwitz. Riesce a gettare dal treno un’ultima cartolina, a testimonianza di una resistenza ininterrotta: “Abbiamo lasciato il campo cantando”. Morirà ad Auschwitz il 30 novembre 1943, all’età di 23 anni.)
***
***
Ringraziamenti (riferimenti Twitter):
@MasFerrario
@gvecchi
@UgoCianetti
***
***








%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: